Sicurezza, obbligo di formazione per il datore di lavoro ma senza sanzioni

Sicurezza, obbligo di formazione per il datore di lavoro ma senza sanzioni

11/02/2020

Il ministero del Lavoro ha risposto a un quesito importante su prevenzione e attrezzature di lavoro


A seguito delle modifiche introdotte dal Dlgs 151/2015, adesso è considerato operatore anche il datore di lavoro. Ma attenzione perché, a differenza dell’operatore, per il datore di lavoro non sono previste sanzioni qualora utilizzi determinate attrezzature senza le specifiche abilitazioni previste. In ogni caso anche il datore di lavoro, proprio perché accomunato all’operatore, è obbligato a ricevere la formazione, l’informazione e l’addestramento adeguati alle mansioni da svolgere.


Il chiarimento è arrivato con l'interpello protocollato nr. 1/2020 della regione Friuli Venezia Giulia, posto alla Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro. L’organismo, riepilogando la normativa vigente, ha inoltre colto l’occasione per ribadire come il datore di lavoro sia sempre obbligato - in caso di lavoratori subordinati in un impiego che preveda conoscenze o responsabilità particolari - a fornire per l’appunto tutta la formazione, l’informazione e l’addestramento loro necessari.


+++ Scarica il testo integrale con il parere della Commissione cliccando qui.